L’alimentazione dei piccoli è la base per una dieta sana

I dati resi noti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), non lasciano molto spazio alle interpretazioni: l’obesità rappresenta un grande pericolo per i bambini, sino ad essere definita l’epidemia del nuovo millennio.
L’allarme in questione è del resto confermato in Italia dai dati dell’osservatorio ministeriale “OKkio alla SALUTE”, secondo i quali il 21,3% dei bambini monitorati è in sovrappeso mentre il 9,3% risulta obeso. Se la percentuale è in lieve calo rispetto al passato, l’invito degli esperti è comunque quello di non abbassare la guardia. Il modo migliore per farlo è quello di occuparsi della qualità dell’alimentazione dei bambini sin da piccoli, assicurandosi in particolare che non venga a mancare alcun componente fondamentale e che la dieta veda la presenza di tutto ciò di cui c’è effettivo bisogno.

I consigli per l’alimentazione dei più piccoli

Tra i consigli da tenere presenti per una alimentazione sana e corretta nei primi 3 anni di vita, occorre ricordare in particolare:

  • nel caso in cui il piccolo beve latte materno, occorre lasciarglielo fare quando vuole ed evitare il biberon con bevande zuccherate;
  • ove sia sazio o non gradisca un determinato elemento, non deve essere forzato:
  • dopo il primo anno, occorre insegnargli a mangiare a tavola con il resto della famiglia, in modo da agevolarne l’integrazione nel nucleo familiare;
  • occorre spingerlo a mangiare da solo in modo da aiutarlo nella fase di apprendimento, anche se ciò dovesse comportare confusione;
  • i piccoli non devono saltare la colazione, dalla quale dipende il 20% della loro alimentazione in questo primo periodo;
  • è anche molto importante che nei primi tre anni facciano molta attività fisica, ovvero che giochino molto e, ove possibile, farlo con loro in modo da stringere sempre di più il legame;
  • a partire dai 2 anni i piccoli dovrebbero aiutare a fare la spesa e magari partecipare, per quanto possibile, alla preparazione dei pasti;
  • infine occorre cercare di mettere in campo una dieta sana ed equilibrata, nella quale siano presenti tutti i nutrienti che possono apportare vantaggi in termini di crescita armonica.

L’importanza del cuocipappa

Per chi non si fidi degli omogeneizzati industriali, la possibilità alternativa è rappresentata dalla preparazione autonoma dei preparati. Il modo migliore per poterlo fare è rappresentato dal cuocipappa, un dispositivo in grado di cuocere i cibi nella maniera più naturale possibile. In commercio è possibile reperirne molti modelli, grazie alla proposta delle case che presidiano il settore. Chi voglia saperne di più al proposito può comunque consultare questo sito, ormai da tempo punto di riferimento per famiglie e consumatori che intendano garantire ai piccoli la migliore alimentazione possibile.