Come usare la lavastoviglie in sicurezza.

Tra le cause comuni che potrebbero ostacolare il normale utilizzo di una lavastoviglie sono una pompa intasata, un riscaldamento rallentato per eventuali accumuli di calcare, una bassa pressione di acqua in entrata, un rallentamento del lavaggio.

Eventuali problematiche di una lavastoviglie.

E’ importante per poter diminuire i tempi di lavaggio e le spese, eseguire una manutenzione corretta della lavastoviglie, così da poter evitare intasamenti oppure depositi calcarei.

Ulteriore elemento che potrebbe determinare tempi di lavaggio più lunghi rispetto quelli stimati è la presenza di stoviglie tanto sporche, ciò avviene nei modelli che sono provvisti di sensori, che a seconda del grado di sporco andranno a prolungare o ridurre i tempi di lavaggio, ulteriore motivo potrà essere legato a problemi riguardanti la componente elettronica che è rappresentata dalla scheda.

Nel caso si scelga una lavastoviglie più evoluta, si potrà optare per tale tipo di prodotti.

Tale tipologia di lavastoviglie sarà dotata di apparecchi elettronici e sensori, mediante questi sistemi la lavastoviglie, a seconda del tipo di carico, imposta in modo automatico la tipologia di lavaggio, evitando all’utilizzatore di doverlo impostare.

Tali sensori agiscono con il controllo del livello di torbidità dell’acqua del primo risciacquo, sulla base di ciò sarà stabilito il programma di lavaggio, ma anche la durata del ciclo, la temperatura dell’acqua e il quantitativo d’acqua da utilizzare. I sensori, inoltre, valutano pure il carico. Da ciò dipende l’erogazione dell’acqua, maggiore oppure minore in base al quantitativo di stoviglie. Normalmente tale tipologia, attraverso l’ottimizzazione, diminuisce i costi di energia ed acqua. Spesso tali modelli hanno un display indicante lo stato di avanzamento del lavaggio, e dei guasti.

Quando si sceglie una lavastoviglie inoltre, sarà opportuno poterne vagliare pure i sistemi di sicurezza che impediscono perdite e relativi allagamenti, e pure surriscaldalmenti.

Per quanto concerne i dispositivi di sicurezza, la porta  lo possiede e consente il blocco della lavastoviglie, se venisse aperta nel corso del lavaggio.
Il dispositivo antiallagamento inoltre, è elettrico oppure meccanico, mediante esso, quando ci sono perdite di acqua, il rubinetto d’entrata verrà chiuso mediante una valvola di sicurezza. L’acqua fuoriuscita inoltre,  viene convogliata in una specifica vasca di raccolta.

La presenza di un termostato servirà inoltre a poter controllare le resistenze elettriche e ad impedire il surriscaldamento, difatti, qualora la temperatura dell’acqua si alzasse eccessivamente, la lavastoviglie smetterà di funzionare e si avvierà lo scarico della stessa.
La funzione antitrabocco invece è un tipo di dispositivo di sicurezza, se va a rilevare l’acqua eccessiva nella vasca, bloccherà la valvola di carico ed azionerà lo scarico.

Altri importanti approfondimenti su www.sceltalavastoviglie.it.